La giovinezza di una grande imperatrice (Mädchenjahre einer Königin)

Regia: Erich Engel

Il film, di produzione austriaca, viene per la prima volta sottoposto a revisione e approvato per la distribuzione in Italia, nel 1939. In seguito bloccato dal P.W.B., verrà rimesso in circolazione dal Sottosegretariato per la stampa, lo spettacolo e il turismo, a condizione che "sia soppressa la battuta al principio del 1° tempo con la quale la principessa Vittoria viene esortata a non dire mai di essere tedesca" e che "sia eliminato dalla testata e dalla pubblicità il nome della casa di produzione, del regista e degli interpreti" (19 aprile 1946).

Politica