Salò o le 120 giornate di Sodoma

Regia: Pier Paolo Pasolini

La Commissione di primo grado nega al film il nulla osta di proiezione in pubblico. In sede di appello, a maggioranza, viene autorizzata la visione in sala con il divieto per i minori di 18 anni. Il ricorso dell’Associazione Nazionale per il Buon Costume viene respinto sia dal T.A.R. che dalla Corte Suprema di Cassazione. In precedenza l’Avv. Alberto Grimaldi, produttore del film, era stato oggetto di denuncia e assolto. La revisione della II Edizione del film, confermò drasticamente il divieto per i minori di 18 anni. Il ricorso al T.A.R. della produzione conseguì la riduzione del divieto ai minori di 14 anni. Infine il Consiglio di Stato ripristinò definitivamente il divieto ai minori di 18 anni.

Sesso Violenza I Produttori