Una storia moderna: l’ape regina

Regia: Marco Ferreri

La I Edizione del film, presentata con il titolo “L’ape regina”, viene respinta dalla Commissione di revisione poiché ritenuta “decisamente contraria al buon costume, anche in relazione alla comune concezione della morale coniugale”. Presentato il film in una nuova Edizione con il titolo “Una storia moderna: l’ape regina” la Commissione di revisione autorizza la concessione del nulla osta, vietandone però la visione ai minori di 18 anni. Ritenendo ancora una volta la tematica del film inadatta ad un pubblico di giovani, anche la visione della III Edizione verrà vietata, seppur con una riduzione, ai minori degli anni 14.

Sesso Riedizioni Televisive