La legge del silenzio (Black Hand)

Regia: Richard Thorpe

Il film viene per la prima volta sottoposto a revisione per la distribuzione in Italia con il titolo La mano nera nel 1951, quando viene respinto in primo grado, "in quanto riproduce scene, fatti e soggetti contrari alla reputazione ed al decoro nazionale " (5 luglio). Resta invece in sospeso la domanda di revisione da parte della Commissione di appello. La seconda edizione del film viene sottoposta a revisione nel 1955, con il titolo La legge del silenzio. La Commissione di revisione cinematografica esprime parere contrario alla proiezione del film in pubblico, a condizione che siano tagliate alcune scene di violenza e ne sia vietata la visione ai minori di 16 anni (15 dicembre 1955).

Politica